Addio a Franco "Criminal" Greco, la divisa verde più amata di Castellaneta

Cronaca
visibility13290 - giovedì 29 ottobre 2020
di Andrea Carbotti
Più informazioni su
Franco Greco
Franco Greco ©

Per oltre trent'anni è stato un'istituzione per Castellaneta, la città che lo aveva adottato, dove la sua divisa verde era simbolo di legalità e dove, nel frattempo, era un buon amico di tutti.

Addio a Franco Greco, storico sovrintendente capo della stazione forestale di Castellaneta, di cui è stato comandante dal 2007 al 2012. Aveva 67 anni e lottava da tempo contro un male incurabile che lo aveva colpito.

Lascia a Mottola, sua città di origine, la moglie Maria Rosaria e tre figli, ma anche tanti amici e colleghi in giro per i paesi limitrofi, dove si era guadagnato la stima di tutti e pure il soprannome di "Criminal", ovviamente di tono scherzoso.

Arrivato a Castellaneta nel 1978, non l'ha più lasciata fino al 2013, quando è andato in pensione dall'allora Corpo Forestale dello Stato. Qui ha attraversato e fatto da intercapedine tra i comandanti Giacomo e Giovanni Prisciantelli, padre e figlio, diventando a pieno titolo uno di loro.

E proprio il maresciallo Giovanni Prisciantelli, rimasto a Castellaneta ma nel frattempo passato ai carabinieri, che lo ricorda come "uno di famiglia", con la voce trattenuta dalla commozione: «Franco muore da forestale - confessa al nostro giornale -, perchè la divisa verde è ancora nel cuore di tutti noi».

Prisciantelli racconta pure di "una porta sempre aperta per lui" al comando di Castellaneta, spesso un'utopia in altri uffici, proprio perchè tutti avevano conservato il ricordo vivissimo di un uomo e un collega speciale.

I funerali avranno luogo oggi pomeriggio, giovedì 29 ottobre, alle 15 nella chiesa madre di Mottola. Ti sia lieve la terra.

Andrea Carbotti