Emergenza Covid, cambia lo scenario per gli ospedali della provincia

Cronaca
visibility12285 - venerdì 06 novembre 2020
di Andrea Carbotti
Più informazioni su
L'ospedale San Pio di Castellaneta
L'ospedale San Pio di Castellaneta © Web

L'ospedale Moscati di Taranto confermato come MiniCovid, con venti posti letto di terapia intensiva completamente attrezzati e dedicati ai casi più gravi, ma ci sono novità che riguardano praticamente tutti i nosocomi della provincia, dove saranno allestite altre aree Covid.

In soldoni, è questa la proposta di implementazione dei posti letto avanzata dal management aziendale alla Regione: infatti, i numeri della pandemia continuano a salire e il sistema sanitario potrebbe non reggere l'incremento dei ricoveri.

Come si apprende da una nota del direttore generale Stefano Rossi, si tratta di portare a 414 l'assetto degli attuali 93 posti letto del Moscati, seguendo tre diversi scenari tra loro complementari.

Il primo di questi è previsto oggi, venerdì 6 novembre, quando i posti letto dovranno giungere quota 157: al Moscati, infatti, si affiancherà anche l'ospedale Giannuzzi di Manduria con 42 spazi Covid.

Un discorso a parte merita il presidio post Covid di Mottola, dove sono disponibili 20 posti letto già allestiti, finora estendibili fino a 30 (infatti, ieri si registravano 25 ricoveri). Ebbene, da oggi il presidio passa da 20 a 22 letti.

Secondo scenario entro venerdì 20 novembre: si dovranno avere 289 posti letto Covid coinvolgendo anche altri ospedali, come ad esempio il San Pio di Castellaneta, dove a breve saranno attivi 44 posti letto di area internistica (32 di Medicina interna e 12 di Cardiologia) e 4 di terapia intensiva e sub-intensiva.

Assieme ai letti del San Pio, se ne aggiungeranno altri 74 tra il Giannuzzi di Manduria e l'ospedale Valle d'Itria di Martina Franca. Dieci posti in più anche al post Covid di Mottola.

Per la terza e ultima fase, invece, bisognerà aspettare il 30 novembre, quando, complessivamente, ci saranno 414 posti letto Covid, in quanto ne verranno riconvertiti altri 12 a Martina, 11 a Castellaneta e 12 al presidio territoriale Pagliari di Massafra, finora mai interessato dai ricoveri per Covid.

In questo frangente si aggiungerebbero anche 72 posti letto dall'ospedale San Marco di Grottaglie, che verrà, pertanto, interamente riconvertito, e gli ultimi 18 verrebbero aggiunti a Mottola.

Andrea Carbotti