Sei guarito dal Covid? Dona il plasma e aiuta gli altri a stare meglio

Cronaca
visibility1184 - mercoledì 18 novembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Donazione plasma iperimmune
Donazione plasma iperimmune ©

Si fanno sempre più frequenti gli appelli di medici e ospedali che chiedono a gran voce un gesto di solidarietà, semplice e al tempo stesso davvero importante: «donare il plasma iperimmune». L’invito è rivolto a chi è guarito dal Covid 19 e punta a raccogliere il plasma da utilizzare per curare nuovi pazienti affetti da Coronavirus.

Da un po’ di tempo è possibile donare anche in Puglia: basta contattare il centro trasfusionale del Policlinico di Bari ai numeri 080.5594060, 080.5594292 dott.ssa Bruni. Possono essere donatori sia gli uomini che le donne (che non siano in stato gravidico e che non abbiano avuto aborti in passato) a partire dal 21esimo giorno dopo l'esito del tampone negativo per covid19. Per poter effettuare la donazione è necessario eseguire prima lo screening, sempre nel centro trasfusionale del Policlinico di Bari.

Da cosa nasce questa richiesta? In assenza del vaccino la comunità scientifica ha cercato strade percorribili per curare i pazienti Covid e quella del plasma iperimmune ha dato ottimi risultati: è una strategia che si basa sulla immunizzazione passiva, utilizza anticorpi che neutralizzano il virus e ne riducono la carica virale mediante il loro trasferimento (“passivo”) in soggetti ammalati o a rischio elevato di contagio. Gli anticorpi, com’è noto, possono essere presenti nel plasma - detto “iperimmune” - di chi ha contratto l’infezione con sintomatologia lieve o addirittura in forma asintomatica e poi ha eliminato il virus.