Dalla passione per il melodramma all’addio silenzioso, Castellaneta saluta Egidio Saracino

Cronaca
visibility6278 - mercoledì 18 novembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Il professor Egidio Saracino
Il professor Egidio Saracino © Giuseppe Lillo

Il professor Egidio Saracino non c’è più. È venuto a mancare stamane colto da un malore improvviso nella sua abitazione di via Caporlando a Castellaneta.

Tra un mese esatto avrebbe compiuto 77 anni: per tutti era il maestro, il castellanetano che "ce l'aveva fatta", raccogliendo fama e successo professionale lontano da casa, per poi tornarvi e raccontare con gli occhi privi del velo dell'appartenenza, una cittadina che lui amava definire divisa tra chi guarda la gravina e chi guarda il mare.

Conosceva i pendii del centro storico meglio di tanti concittadini, avvezzi alla critica più che alla celebrazione di un luogo che si apprezza solo a distanza.

Giornalista, regista teatrale, melomane, uomo di cultura senza limite alcuno, silenzioso come il suo sorriso, nascosto dal biancore di baffi da far invidia, e come il suo addio, che intristisce come un requiem suonato male che lui avrebbe criticato con la grazia che conosce chi gli ha vissuto affianco.