Trasferta amara in quel di Taranto: un castellanetano e un massafrese denunciati per spaccio

Cronaca
visibility6348 - giovedì 17 dicembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
I Falchi della polizia
I Falchi della polizia ©

Uno aveva in tasca tutto l'occorrente per confezionare le dosi, l'altro una busta piena di banconote da 50 euro.

Sono finiti entrambi nella rete dei Falchi, i poliziotti in moto della squadra mobile, che li hanno denunciati per spaccio di droga: sono un 46enne di Castellaneta e un 30enne di Massafra, dei quali non sono state rese note le generalità, beccati sul fatto a Taranto.

Gli agenti ci sono arrivati per caso, durante un controllo a casa di un pregiudicato che aveva avviato una piazza di spaccio nella sua abitazione.

Nel corso della perquisizione, due uomini appostati sul retro hanno notato la presenza di un uomo, che, uscendo da una viuzza semi nascosta, si allontanava frettolosamente verso una macchina con il motore acceso, parcheggiata lì vicino, con all’interno un altro ragazzo.

Sottoposto a controllo, il 46enne di Castellaneta è stato trovato in possesso di due involucri in cellophane bianco, termosaldati, contenenti quasi 4 grammi di cocaina ed eroina.

All'interno della vettura, i Falchi hanno trovato una scatola aperta di bicarbonato e, avvolti nel cellophane, altro bicarbonato e un rotolo di alluminio, utilizzati per il "taglio” delle sostanze stupefacenti e per il loro confezionamento.

Addosso al passeggero, cioè il 30enne di Massafra, i poliziotti hanno recuperato, come detto, una busta di carta con dieci banconote da 50 euro. I due uomini sono stati denunciati per spaccio di sostanze stupefacenti.