Giochi del Mediterraneo, da Antonicelli duro affondo a Gugliotti

Politica
visibility962 - lunedì 02 settembre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Il consigliere comunale Mino Antonicelli
Il consigliere comunale Mino Antonicelli © Web

Il consigliere comunale palagianellese Mino Antonicelli, interviene sulle recenti vicende legate all'assegnazione, a Taranto e provincia, dei Giochi del Mediterraneo 2026.

Il suo è un vero e proprio affondo al presidente della Provincia Gugliotti, reo di aver rilasciato alla stampa alcune dichiarazioni.

«E’ mancanza di conoscenza del territorio nel suo insieme - afferma Antonicelli - o disinteresse e/o falsa rappresentazione del territorio?

Il presidente della Provincia, Giovanni Gugliotti, anche nella veste di sindaco di Castellaneta, ha tenuto a ricordare che Castellaneta Marina è stata scelta quale sede per ospitare il Villaggio Mediterraneo con i circa 4 mila atleti, nonché per le discipline sportive negli impianti del Valentino Village, scelto come campo d'allenamento per il tennis e il palazzetto dello sport che ospiterà le fasi eliminatorie della pallavolo.

Chiarisce alla stampa Gugliotti, che il comprensorio turistico di Castellaneta Marina sarebbe stato scelto anche per la posizione logistica: a ridosso della SS 106 ben collegata con Taranto, a soli dieci minuti, senza dimenticare che a ridosso che a pochi chilometri v’è la barriera autostradale di Massafra.

Ma il presidente della Provincia - prosegue Antonicelli - dimentica che prima della barriera finale dell’autostrada v’è lo svicolo autostradale per Palagianello e quindi per la SS 7 Appia che, attraverso le provinciali 14 e 12, conduce a Castellaneta Marina, sede del Villaggio Mediterraneo e di giochi.

Il presidente della Provincia dimentica pure che anche Mottola è stata individuata come sede che, ospiterà i giochi, per gli allenamenti degli atleti di badminton, e che la strada naturale più breve per e da Castellaneta Marina è data dalle SS 7 Appia e SP 14-12.

Ed il presidente della Provincia dimentica che anche Massafra sarà sede dei Giochi con il palazzetto dello sport, e anche da Massafra la viabilità più naturale è più breve per Castellaneta marina è data dalle SS 7 Appia e SP 14-12.

Ed in ogni caso non può non tenersi conto che i Giochi del Mediterraneo avranno un grande e straordinario impatto sulla mobilità dei visitatori, che non potrà svilupparsi solo ed esclusivamente sulla statale 106, di qui, la necessità del recupero della viabilità provinciale, come le S.P. 14-12, su cui la Provincia ha già recentemente impegnato e/o investito la somma di euro 150 mila per il ripristino della percorribilità, ad oggi ancora incomprensibilmente interdetta (responsabilità contabile?).

Concordi poi sulla necessità del recupero delle strutture sportive esistenti, ma non capiamo a chi il presidente della Provincia rivolge la sfida per il predetto recupero, e soprattutto non capiamo perché non ci si è attivati per inserirlo nel dossier per i Giochi, limitandosi a prevedere soltanto allenamenti per il tennis nella straordinaria struttura dell’ex consorzio della zona occidentale Costa Verde, mentre la stessa dispone di strutture per l’equitazione con ben 57 box in legno lamellato, piscina, ed altre strutture, che sembrerebbero rimanere ancore abbandonate.

Gradiremmo - conclude Antonicelli - che il presidente Gugliotti ci fornisca risposte adeguate e soprattutto assuma impegni concreti rispetto alle questioni poste».