Centrodestra unito a Massafra? "Fratelli d’Italia" chiarisce

Politica
visibility605 - sabato 25 gennaio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Da sinistra Salvatore Ricci e Domenico Miccolis
Da sinistra Salvatore Ricci e Domenico Miccolis © ViviWebTv

«In questi ultimi giorni si sta spesso discutendo della ritrovata unione e condivisione di idee del centrodestra massafrese e proprio su tale vicenda il partito di Fratelli d’Italia di Massafra, al fine di evitare inutili fraintendimenti e distorte interpretazioni, anche in presenza di talune "fughe in avanti", ritiene opportuno e doveroso chiarire alla città la propria linea politica».

Così esordiscono, in una nota, i segretari cittadini di Massafra di Fratelli d'Italia Domenico Miccolis e Salvatore Ricci dopo la nota del consigliere comunale di Massafra Futura Nino Castiglia in cui annunciava che Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia, partiti storici del centrodestra, sono affiancati nel consiglio comunale di Massafra dalle liste civiche Massafra Cambia e Massafra Futura e fanno quadrato e si preparano ad affrontare con compattezza di idee e di programmi i prossimi due importanti appuntamenti elettorali: le regionali di primavera e le amministrative che si terranno nel 2021 (clicca qui per rileggere l'articolo).

«Il nostro auspicio (e stiamo lavorando in tale prospettiva) - commentano i segretari cittadini di Fratelli d'Italia - è che la coalizione di centro destra torni in campo, in vista delle prossime competizioni elettorali (in primis regionali ed a seguire comunali), più forte del passato e soprattutto con nuove idee, propositi concreti e tanti volti nuovi; naturalmente ripartendo da tutto ciò che di buono è stato fatto, ma anche facendo il mea culpa su taluni errori commessi, al fine di non reiterarli, nel fondamentale e primario interesse della collettività.

E’ necessario chiarire che unico organo delegato e competente alla redazione di programmi, liste e future alleanze è e resterà, come le norme basilari della politica insegnano da sempre, esclusivamente la segreteria del partito, pertanto qualsivoglia utilizzo del nome di FDI o quant’altro ci possa riguardare, se non preventivamente discusso, approfondito e concordato in tale sede, sarà da considerarsi solo propaganda personale e di conseguenza fine a se stessa.

Inoltre, si discute quotidianamente sul nominativo del candidato presidente alla regione Puglia, per cui al momento in tema di leadership v’è solo quella che vede il raggiungimento di una convergenza sulla individuazione e conferma del miglior candidato (che per FDI risponde al nome dell’Onorevole Raffaele Fitto), con l’unico obiettivo di tornare al governo della stessa e cancellare l’ultra decennale misero fallimento dei governi di centro sinistra. Tutto il resto al momento è prematuro, inopportuno e superfluo.

Infine, è opportuno sottolineare - concludono Miccolis e Ricci - che per quel che concerne la candidatura alla carica di consigliere regionale, sebbene sarebbe auspicabile un unico candidato massafrese, purtroppo il recente passato soprattutto nei confronti dei nostri candidati ha raccontato una storia diversa, ragion per cui parlare di candidato unico di coalizione nel rispetto della legge elettorale vigente, a nostro modesto parere, diventa mera utopia».