Basket: la Teknical Sport Massafra vince e convince

Sport
visibility154 - lunedì 13 gennaio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Teknical Sport Calke Massafra VS Olympia Rutigliano
Teknical Sport Calke Massafra VS Olympia Rutigliano ©

La Teknical Sport Calka Massafra ieri nel Tensostatico di Rutigliano ha confermato il buon momento di forma, vincendo lo scontro diretto per il quinto posto contro l'Olympia Rutigliano, ribaltando il -9 dell’andata grazie alla terza vittoria consecutiva, la settima nelle ultime 9.

Quella di ieri è stata una partita tra due squadre sostanzialmente opposte: la “nuova” Teknical che di fatto gioca ormai senza lunghi di ruolo, contro il Rutigliano che di contro ha nelle due statue Longobardi e Pavone le due super bocche di fuoco. E di fatti la partita si gioca tutta qui, sin dall’inizio: dopo che Pentassuglia apre le danze con un 2+1, Rutigliano passa in vantaggio facendo subito male da sotto con i due lunghi (6-3), ma la Teknical recupera e sorpassa sfruttando corsa e aggressività, che costringe la difesa rutiglianese a giocare un primo quarto molto falloso. L’ottimo impatto sul match degli under Conforti e Notaristefano propiziano il vantaggio, ma le luci della ribalta del primo quarto si chiudono rivolte verso Arcangelo Sarli, che sulla sirena, marcato da 3 uomini, scaglia un’incredibile tripla per il 11-16 conclusivo.

Massafra vola alla riapertura, ancora protagonista Sarli: splendido scarico per la tripla di Conforti, e poi altra bomba del numero 18 (questa volta su grande scarico di Bulfaro). E’ un ottimo Massafra anche nelle scelte difensive, che riescono nel secondo periodo a limitare Longobardi, e a far ripartire in fiducia le transizioni in attacco: Semeraro prova ad esaltarsi e Ravioli dall’angolo mette dentro la bomba del massimo vantaggio Massafra (+14). L’Olympia riesce però a chiudere sui 10 punti di svantaggio, sul cuore di capitan Pavone: 21-31.

La Teknical riparte nel terzo quarto…non con la stessa efficacia: Rutigliano prende in mano le redini del gioco sotto canestro e non le lascia più, Longobardi giganteggia contro una difesa che nonostante raddoppi e aiuti vari non riesce a trovare la soluzione ad un problema che col passare dei minuti si fa sempre più grave. L’Olympia si fa vedere negli specchietti arrivando sino al -3 (31-34), poi dopo il timeout di Polucci il trio tarantino Sarli-Ravioli-Pentassuglia confeziona la tripla del Penta che sembra per un attimo far tornare ossigeno ai massafresi, ma nel finale si torna a soffrire: a 1 minuto dalla fine Rutigliano ritrova dopo 25 minuti il vantaggio della partita sulla lacrima di Pavone, chiudendo sul +4 (42-38) un terzo quarto da incubo per Massafra.

L’inerzia sembra pericolosamente girata, ma è qui che la Teknical esce fuori…il coraggio: con grande lucidità prova a ricomporsi in difesa, mentre dall’altra parte le iniziative in solitaria di Conforti e Semeraro impattano subito il match sul 42-42. Parte un tira e molla nel risultato che fa riscaldare persino il gelido tensostatico di Rutigliano: parziale casalingo firmato dal funambolo Spontella per il 46-42, ma Massafra è ancora lì, ritrova aggressività in attacco e ringrazia le prestazioni decisive dei due giovani mottolesi Conforti (13 punti high di stagione, canestri pesantissimi e tanta responsabilità affidatagli nei momenti decisivi) e Notaristefano, che si conferma per la terza domenica di seguito, con compiti sempre più ardui ma sempre portati a termine (gioca l’intero quarto quarto gravato di 4 falli, con grande successo). Poi c’è come sempre l’esperienza di Sarli e Pentassuglia, che dalla lunetta pareggiano la partita, vantaggio Massafra con un bellissimo reverse di Notaristefano, sorpasso Rutigliano con la bomba di Longobardi e controsorpasso Massafra con Semeraro (52-53) a 3 minuti dal termine. Ultimi 3 minuti che saranno un capolavoro della Teknical: Conforti buca la retina, Pentassuglia serve Semeraro per il +5, e grazie anche ad una (purtroppo non scontata) precisione dalla lunetta, la partita passa dall’essere punto a punto ad una in cui ci si fa i conti su quanto vincerà Massafra pensando al +9 Rutigliano dell’andata. La TKS Calke incastra quindi anche l’ultimo tassello del puzzle, mette alle corde i padroni di casa in difesa, e in attacco Sarli mette in ghiaccio il successo vincendo di 11 punti (55-66).

Il momento è ottimo, ma per non rischiare di rovinare qualcosa meglio non pensarci e vivere di domenica in domenica questo sempre più impronosticabile campionato. Altra grande vittoria di squadra e di cuore per capitan Sottile e compagni, oggi tra l’altro con Delle Noci che ha giocato solo 2 minuti dolorante alla schiena, la cui collettività ha avuto la meglio contro un Rutigliano che ha raccolto 48 punti dal trio Longobardi-Pavone-Spontella e 7 da tutto il resto della squadra. Teknical al quinto posto con 2 punti di vantaggio dal sesto Rutigliano, e a 2 punti di svantaggio dalla quarta Bari. Domenica prossima arriva il CUS Foggia.

RUTIGLIANO: Pavone 19, Spontella 7, Garofalo 1, Longobardi 22, Silletti 2, Di Dio 2, Signorile, Palumbo, Micunco n.e., Salerno 2. All. Labarile. Ass. Masotti.

MASSAFRA: Semeraro 12, Ravioli 5, Delle Noci, Pentassuglia 12, Sottile 4, Bulfaro, Sarli 15, Notaristefano 5, Conforti 13, Mansueto N. n.e. All. Polucci.

ARBITRI: Andrea Amatori (Brindisi); Luigi Preite (Brindisi).