08-mar-19

vivi 08-mar-19 | © n.c.

Quanne o Segnore nzeppò stu munne

nge mettì se' dìe e po' s'abbendò,

tande che disce,purcè tra nu stennìcchje e nu ialìzze

sendì ca no tutte ière sciute affunne.

E pinze ca pinze alla fine penzò:

"Sèndea pèdde ca se fèsce rizza rizze,

jè signe ca nguna cose jè sciute storte."

Allore pegghjò nu stuèzze de crète,

s'affertequò i màneche corte corte

e ca sanda paciènze se mettì a fatiè arrète.

Manìsce e manìsce u stuèzze de crète, "Prime o po',

ci no so' fatte vècchje e rimbambite,

na cosarèdde tène da assì, o no?"

Fatiève e penzève e alla fine nge vènne da rite.

" N'a jè cose, me ne so sciute proprie o stanèse;

u pòvere Adame l'agghje lassète sule sule.

Me vrevogne a dìscele ma so' sènza nèse,

sperième no pènze ca l'àgghje pegghjète pe....ule."

Fatìe e fatìe, allisce da què allisce da ddè

alla fine vènne fore na bèlla uagnèdde.

"Bè, jè proprie nu piacèreda uardè,

a me me père na bèlla pezzecandrèdde.

Sperième ca nge pièsce a cudde mamone

ca da quanne l'agghje creiète

se ne stè aschennute accome a nu tremone,

tande ca me pènde d'averge dète fiète"

E fu acchessì ca Adame ièbbe na cumbagne,

e da cudde mumènde pegghjò faiòre

e s'a purtò suse a mundagne

e nge piacève parlè che jèdde iore e iore.

Accome jè sciute a fernèsce u sapìme tutte quande

e pure u Segnore disse:"M'avisse tagghjète i mène

invèce de fè a iune ca parève na sande

e nguèrpe tenève tanda velène".

Po' però aggiustò u tire e l'addulgì nu picche,

a fèsce mamme e megghjère

e Adame se sendì chjù ricche

e se scurdò de ciò ca ière.

Alla fine de stu trascurse jì diche

chèssa jè a fèmene ca u Segnore n'ha dète

e no vògghje penzè mica miche

ca sènza de jèdde ièrame a stè chjù recreiète.

edo carella

Le notizie del giorno sul tuo smartphone
Ricevi gratuitamente ogni giorno le notizie della tua città direttamente sul tuo smartphone. Scarica Telegram e clicca qui

La Redazione - dom 14 agosto

Castellaneta Marina in festa per la madonna Stella Maris. ...

La Redazione - sab 13 agosto

Si terrà mercoledì 17 agosto, nel chiostro del convento di San Francesco d'Assisi, la presentazione letteraria de "Gli scorpioni", ...

La Redazione - ven 12 agosto

Parrocchie San Domenico e Cattedrale in festa per la madonna dell'Assunta. ...

La Redazione - ven 12 agosto

Venerdì 12 agosto, alle 21 nel teatro all'aperto di via Mastrobuono (anfiteatro comunale) andrà in scena Afferenza, un omaggio alla terra di Puglia ...

La Redazione - gio 11 agosto

Maggioranza e minoranze consiliari tornano a riunirsi nell'aula Gabriele Semeraro. ...

La redazione - gio 14 febbraio 2013

In occasione di San Valentino, festa degli innamorati, ecco una fantastica poesia in dialetto castellanetano, tratta dal "Purcedduzze e Cartagghiete ...

La redazione - mer 14 marzo 2012

di Gino D'Orazio ...

La redazione - gio 5 aprile 2012

di Gino D'Orazio ...