UNA PAGELLA DI TANTI ANNI FA

UNA PAGELLA DI TANTI ANNI FA UNA PAGELLA DI TANTI ANNI FA | © n.c.

Alcuni, anzi e per fortuna tanti anni fa, la pagella aveva un valore non solo scolastico, ma rappresentava anche uno strumento di propaganda del regime fascista al potere.



A partire dagli esemplari dell’anno scolastico 1936/37, le copertine riportavano i simboli della Gioventù Italiana del Littorio e del Partito Nazionale Fascista, accompagnati da immagini inneggianti al duce.

C’erano anche una grande M di Mussolini con un moschetto al fianco di un libro, per non dimenticare il motto “Libro e moschetto, fascista perfetto”. Sul retro, l’anno dell’”era fascista” affiancava la data.

Gli alunni erano identificati per nome, data di nascita, paternità e tessera di iscrizione alla Gioventù Italiana del Littorio. Per quanto riguarda i giudizi, si andava (alle elementari) da Ottimo a non Sufficiente, fino al raro e temutissimo Inclassificabile.

Le classi erano molto numerose; un insegnante aveva da un minimo di 30 fino anche a 60 alunni!

Tra le materie di studio, oltre a quelle che si affrontano anche oggi e a quelle di celebrazione del fascismo, annotiamo in particolare: canto, recitazione, bella scrittura, lavori donneschi e manuali, igiene e cura della persona.

L’anno scolastico iniziava ad ottobre e finiva a giugno, con molti giorni di vacanza:
Oltre a Capodanno, San Giuseppe (19 marzo), l’Ascensione, il Corpus Domini, San Pietro e Paolo, l’Immacolata Concezione (8 dicembre), Natale, Pasqua e tutte le domeniche, si festeggiavano:
28 ottobre -Marcia su Roma
1-2 novembre -Ognissanti e Commemorazione dei defunti
4 novembre -Anniversario della Vittoria
11 novembre -Compleanno del Re
6 gennaio -Befana
8 gennaio -Compleanno della Regina Elena
23 marzo -Fondazione dei Fasci di Combattimento
21 aprile -Natale di Roma e Festa del Lavoro
7 maggio -Festa dell’Impero
24 maggio -Entrata in guerra dell’Italia nel 1915

Vi proponiamo una pagella dell’anno scolastico 1940-41, XIX dell’Era Fascista. Il tema della copertina si richiama alla grandezza di Roma imperiale, col riferimento ai labari imperiali e al Mare Nostrum da conquistare con le armi. Sul retro, al centro, lo stemma stilizzato della Gioventù Italiana del Littorio.

L’alunna frequentava la 4^ elementare in una classe mista dell’edificio scolastico di Piazza Corsica. L’insegnante è l’indimenticato maestro Di Bisceglie, il Direttore Didattico è l’illustre prof. Francesco Resta.

Le notizie del giorno sul tuo smartphone
Ricevi gratuitamente ogni giorno le notizie della tua città direttamente sul tuo smartphone. Scarica Telegram e clicca qui

La Redazione - oggi, mar 28 giugno

«In aderenza alla volontà espressa dagli iscritti al "MoVimento 5 Stelle" in occasione dell’assemblea ...

La Redazione - oggi, mar 28 giugno

La "Marathon Massafra Junior" fa incetta di titoli nei "Campionati Provinciali Individuali". ...

La Redazione - oggi, mar 28 giugno

La comunità parrocchiale di San Lorenzo Martire di Massafra si stringe festosamente intorno a don Salvatore Di Trani, in occasione del ...

La Redazione - lun 27 giugno

Estate intensa per il massafrese Giuseppe D'Amati, che ha annunciato l’imminente arrivo del nuovo singolo inedito "Distanze". ...

La Redazione - lun 27 giugno

«Con grande rammarico rimetto il mio mandato da direttore sportivo nelle mani della società per la stagione calcistica 2022-2023». ...

La Redazione - lun 6 novembre 2017

Il 25 maggio 1915 parte il più grosso contingente di massafresi ...

La Redazione - dom 12 febbraio 2017

Il Castello Medievale è il monumento più emblematico ...

La Redazione - lun 20 febbraio 2017

Il 20 febbraio 2017 Massafra festeggia la Madonna della Scala in occasione della festa del patrocinio. La festa è stata ...