Educazione alla solidarietà con gli studenti del "De Amicis-Manzoni" di Massafra

Attualità
visibility209 - mercoledì 13 febbraio 2019
di Luigi Serio
Più informazioni su
La dirigente Blonda, il presidente Pascadopoli e la Dadiband
La dirigente Blonda, il presidente Pascadopoli e la Dadiband © Giusy Tamburrano

Nell'ambito delle attività di cittadinanza attiva, gli studenti dell'istituto comprensivo "De Amicis-Manzoni" di Massafra, anche quest’anno, hanno posto l'attenzione che merita all' "Educazione alla solidarietà".

Una scuola solidale è quella che rende migliore il presente e guarda al futuro con speranza, è quella in cui i ragazzi sono protagonisti di esperienze concrete di solidarietà, non solo tra i banchi di scuola, ma anche attraverso esperienze reali verso ragazzi del proprio territorio che hanno bisogno di attenzioni e sostegno della collettività per realizzare un "sogno". La scuola solidale è anche quella in cui i ragazzi vivono con consapevolezza esperienze concrete di sostegno a favore di bambini che subiscono la povertà in Paesi lontani dal nostro.

I docenti dell'istituto massafrese sono convinti che l’interazione con molte associazioni onlus, che si occupano del sociale, sia un'importante fonte di riflessione su una società che deve accogliere e includere innumerevoli condizioni di "diversità", una società in cui le variegate realtà associazionistiche non sempre trovano nelle Istituzioni la risposta economica e la sensibilità adeguate a fronteggiare le tante problematiche.

La conoscenza dell’associazione "Soverato 2000 onlus" di Massafra, attraverso l’attuale presidente Mimmo Pascadopoli, è stata per la comunità scolastica dell'istituto comprensivo "De Amicis-Manzoni" una grande e gradita sorpresa.

L'associazione è stata fondata dal 2001 e si occupa dell’integrazione sociale dei ragazzi diversabili con varie attività ludico-motorie e ricreative tra cui la nota Dadiband, una piccola orchestra guidata dal maestro Gianbattista Recchia che ha da subito conquistato alunni e docenti appartenenti, peraltro, a una scuola che vanta da decenni la sua riconosciuta vocazione musicale.

Infatti dallo scorso anno che i nostri studenti della primaria e della secondaria, insieme alle loro famiglie e ai docenti, sono impegnati nella raccolta fondi per sostenere la valida azione dell’associazione "Soverato 2000" nell’inclusione sociale di ragazzi spiccatamente sensibili quanto straordinari, ciascuno nella sua totale unicità. Il "mercatino della solidarietà" allestito a Natale in due anni consecutivi ha permesso all’istituto di sentirsi parte attiva e operosa dell’intera comunità massafrese nel sostenere un progetto che rappresenta nel suo essere un’autentica realizzazione di civiltà democratica.