Arriva in Puglia la "Scuola delle Doule", a Mottola la presentazione

Attualità
visibility429 - martedì 04 giugno 2019
di La Redazione
Più informazioni su
-
- ©

Arriva in Puglia la "Scuola delle Doule". E’ già in programma il primo corso, della durata di 144 ore, promosso dall’associazione professionale Mondo Doula, che si svolgerà a Mottola, in nove weekend, a partire dal 5 e 6 ottobre prossimi, con iscrizioni previste entro il 20 settembre.

Chi è una doula? Che ruolo svolge nella collettività? In che modo può essere d’aiuto e a chi? A queste e ad altre domande saranno date delle risposte, durante la presentazione degli obiettivi che la Scuola intende porsi, venerdì 7 giugno, alle ore 18,30 presso il Labum Laboratorio Urbano di Mottola, situato in piazza Semeraro.

Interverranno Porsia Caragnano (349.0634775 – porsia78@libero.it) e Ilenia Brugnara (320.4448487 – ilenia@brugnara.me), che sono le organizzatrici del primo corso “doula” in Puglia.

Un evento speciale, aperto a tutti, che servirà a conoscere appieno quello che è il ruolo di questa nuova figura professionale, che opera in conformità alla legge 4/2013.

La doula si occupa del sostegno emotivo e del benessere della donna e della famiglia dalla gravidanza fino al primo anno di vita del bambino. È una donna che, forte della sua esperienza personale e della sua formazione, offre un sostegno su misura, intimo e confidenziale, nel pieno rispetto delle scelte delle persone che assiste, senza sostituirsi alle scelte di nessuno. E’ una persona che sa offrire ascolto, informazioni, orientamento e accudimento pratico. In altri termini, “fa da madre alla madre”.

Ecco perché il ruolo di una doula è diverso se ha di fronte una donna alla prima gravidanza che ha bisogno di conforto e rassicurazioni sulle sue capacità materne rispetto ad una donna che ha già due figli e ha magari bisogno di un aiuto più centrato sull’organizzazione domestica. Quindi, una doula in gravidanza è un punto di riferimento; durante il travaglio e il parto può sostenere la coppia emotivamente e fisicamente, in ospedale come a casa.

La presenza di una doula, poi, è fondamentale nel periodo del puerperio: dopo il parto, aiuta una donna a trovare il tempo per soddisfare tutti i propri bisogni primari, a creare una relazione con il proprio neonato e ad affrontare tutte le emozioni che un parto porta a vivere. E’ proprio nel periodo del puerperio, infatti, che una donna ha bisogno di maggiore sostegno emotivo e pratico. Ecco spiegata l’importanza del ruolo di una doula.

«Ci sono voluti due anni – spiega Porsia Caragnano – per portare in Puglia e, soprattutto, a Mottola l’esperienza della Scuola Doula». A Padova ha imparato a conoscere questa nuova figura professionale studiando shiatsu per la donna in gravidanza e per il neonato. Ha cominciato ad appassionarsi per il ruolo positivo che questa figura può avere in una famiglia alle prese con una nuova vita che cresce nel grembo materno.

«Così, complice la professionalità di Ilenia Brugnara, finalmente la Scuola Doula è approdata in Puglia con il primo corso di formazione che si terrà proprio a Mottola. Un’occasione – continua Porsia Caragnano - di importante apertura culturale alla società per la Puglia e, soprattutto, per la mia città natale. La vita, le esigenze della famiglia stanno cambiando. Bisogna adeguarsi al cambiamento e la figura della doula aiuta le famiglie a farlo».