Passaggio di consegne al Lions Club Massafra-Mottola "Le Cripte"

Attualità
visibility2223 - lunedì 20 luglio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Da sinistra il past presidente Gianna Lo Gatto e il presidente Paolo Quarato
Da sinistra il past presidente Gianna Lo Gatto e il presidente Paolo Quarato © Luigi Serio

Lo scorso 18 luglio, nella "Masseria Amastuola" di Crispiano, è avvenuto l'avvicendamento alla presidenza del Lions Club Massafra-Mottola "Le Cripte" tra Gianna Lo Gatto e Paolo Quarato.

La "XXIX Charter Night" costituisce un momento molto importante dell’anno sociale celebrato da ogni Lions Club e, nel corso della cerimonia, si traccia un bilancio dell’anno sociale concluso e si celebra il passaggio di consegne tra il presidente uscente ed il nuovo con il rinnovato direttivo.

Momento importante è stato l’ingresso della socia Annalisa Turi, già presidente del Distretto Leo 108 Ab nell'anno sociale 2017-2018 e la consegna della massima onorificenze Lions, la "Melvin Jones Fellowship", al socio Salvatore Marchionna.

Pronunciato dal presidente entrante Paolo Quarato, dopo lo scambio delle spillette, il discorso di insediamento fatto di propositi per l’incipiente nuovo anno sociale ha presentato il nuovo direttivo composto dal past presidente Gianna Lo Gatto, dal primo vice presidente Massimo Scarinci, dal secondo vice presidente Vittorio Ferrara, dal segretario Antonio Losito, dal tesoriere Vincenzo Bucolo, dalla cerimoniera Carla Gallo, dal censore Emmanuele Latanza, dal Leo Advisor Luigi Serio, dal presidente del comitato soci Diego Ludovico.

Nel discorso di inizio mandato il presidente Quarato ha ricordato il servizio svolto dai soci fondatori e dai presidenti che si sono succeduti in quasi 30 anni di attività del Club e ha parlato dei numerosi protocolli d'intesa sottoscritti tra associazioni e amministrazioni locali, evidenziando l’attività dello "Sportello Sociale". Al motto "Serviamo in armonia, aperti a nuove sfide" ha fatto presente il momento di particolare difficoltà che impedisce al club di organizzare le tradizionali iniziative, a causa delle misure di distanziamento sociale derivanti dal contenimento del Covid-19, per cui l'attività del Club si concentrerà sull'attività principale: i services.

Il presidente ha dichiarato anche che intende dare vita, tra gli altri services già programmati, ad un comitato che si occupi di settori colpiti e messi in crisi dalla pandemia, quali il turismo, al fine di contribuire al rilancio di iniziative che vedano il nostro territorio inserito in un percorso riconosciuto istituzionalmente con l’obiettivo di incrementare sensibilmente il numero di turisti e visitatori.

Erano presenti il delegato della "Zona 14" del Distretto Lions 108 Ab Mina Castronovi, il coordinatore comitato LCIF Emanuele Tatò, i soci onorari don Cosimo Damiano Fonseca e don Michele Quaranta, il presidente del Leo Club Massafra-Mottola "Le Cripte" Orazio Colapietro, il presidente dell'associazione "Sorriso Francescano Onlus" Antonio Giannico, il presidente del Rotary Club Massafra Fernando Tramonte, il presidente del Rotaract Massafra Alessia Notaristefano e l'assessore ai servizi sociali del comune di Massafra Maria Rosaria Guglielmi.