Il De Ruggieri di Massafra partecipa all'iniziativa "Libriamoci"

Attualità
visibility453 - sabato 21 novembre 2020
di Luigi Serio
Più informazioni su
L'istituto De Ruggieri di Massafra
L'istituto De Ruggieri di Massafra ©

L'IISS Domenico De Ruggieri di Massafra partecipa alla settima edizione della campagna nazionale promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo dal titolo "Libriamoci".

L’iniziativa, rivolta alle scuole di ogni ordine e grado, è un invito alla lettura, tenuta ad alta voce, dal vivo o online, lontana da ogni valutazione scolastica con l'obiettivo di diffondere e accrescere l’amore per i libri e l’abitudine alla lettura, proponendo occasioni originali e coinvolgenti di ascolto e partecipazione attiva.

Gli alunni della classe 4^ E del liceo classico, grazie al supporto della professoressa Maria Carmela Pagliari, referente del progetto, della professoressa Elisabetta Scalera, dirigente scolastico dell'istituto massafrese, parteciperanno all'iniziativa questo pomeriggio, alle 17, con un incontro in videoconferenza con l'autore Alessandro Faino autore del libro "Il confine dei giorni" e vi sarà un dibattito sui temi dell'opera.

L’opera offre numerosi spunti per riflettere sul tema della emigrazione e da cui avviare un dibattito sulla prospettiva dei nuovi e antichi migranti accomunati dagli stessi sogni.

«È proprio dalle nostre stesse storie - commenta l'alunna Arianna Termite - che si può partire per imparare a comprendere chi adesso, anni dopo di noi, è spinto dagli stessi ideali dei nostri avi».

«Soprattutto l’evento - commenta il dirigente scolastico Elisabetta Scalera - apre una finestra sul viaggio come metafora, sulla ricerca di un futuro diverso che proprio in questi giorni assume un senso rilevante per i nostri liceali, impegnati nelle attività scolastiche a distanza, e che, come tutti gli adolescenti, desiderano colmare vuoti relazionali ed affettivi anche solo con l’immaginazione.

La lettura può dare respiro ai loro sogni restando sempre il migliore antidoto all’isolamento di questi giorni, nella consapevolezza che un libro aiuta a far viaggiare la mente. E viaggiare con la mente rende liberi anche nella condizione di confinamento a cui la pandemia ci obbliga. Buon viaggio ai nostri lettori».