Paziente guarita dal Covid lancia raccolta fondi per il reparto del San Pio di Castellaneta

Cronaca
visibility2987 - sabato 27 febbraio 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Grazia Albanese circondata dall'affetto del personale sanitario dell'ospedale San Pio di Castellaneta
Grazia Albanese circondata dall'affetto del personale sanitario dell'ospedale San Pio di Castellaneta ©

Una raccolta fondi per il reparto Covid dell'ospedale San Pio di Castellaneta.

E' l'idea di Grazia Albanese, la massafrese guarita dal Covid, di cui vi avevamo parlato in un articolo cliccatissimo (rileggilo ora).

Durante il suo periodo di ricovero, Grazia ha constatato che non tutte le stanze del reparto sono dotate di tv: quella presa in prestito dalla Pediatria si, l'ala di Cardiologia invece no.

«Otto stanze hanno bisogno di tv - ha spiegato -. Forse a molti sembrerà una cosa superflua ma vi assicuro che non lo è affatto.

Stando lì, vivi un senso di abbandono, di distacco, non solo dai propri cari, ma anche dalla realtà. Un televisore ti tiene compagnia, ti aiuta a distrarre dai rumori degli ausili respiratori, a sopportare di più quelle maschere sulla faccia che spesso ho tentato di strappar via. Per questo vorrei provare a fare qualcosa per tutti quei pazienti ospitati in quell'ala di reparto.

Un'altra cosa che manca, addirittura più importante delle tv, è un tablet per permettere agli operatori di fare delle videochiamate tra i pazienti più anziani che non sanno usare gli smartphone. Ciò donerebbe maggior tranquillità sia ai pazienti che ai loro familiari.

Chi lavora nel reparto non può introdurre al suo interno i propri smartphone altrimenti, credetemi, lo farebbero senza dubbio pur di non vedere quei poveri pazienti anziani afflitti da lontananza e solitudine. Per questo, nei miei giorni di degenza, ho fatto utilizzare il mio cellulare, per permettere a tanti familiari di vedere i propri cari ricoverati».

Chiunque volesse contribuire all'iniziativa lanciata da Grazia Albanese può farlo con un libero contributo, recandosi al negozio di Anna Albanese in via Ignazio Ciaia 92 a Massafra (nei pressi dell'ufficio postale di corso Roma), dove è presente un salvadanaio e tutte le informazioni del caso.