Frattura del collo del femore, Ortopedia di Castellaneta si conferma un'eccellenza

Cronaca
visibility4120 - lunedì 08 marzo 2021
di Dario Benedetto
Più informazioni su
Ospedale di Castellaneta
Ospedale di Castellaneta © Web

Secondi in Puglia ed uno strepitoso terzo posto a livello nazionale, tra ben 700 strutture italiane censite.

Performance da capogiro per "Ortopedia e Traumatologia" dell'ospedale San Pio di Castellaneta, stavolta per ciò che concerne il delicatissimo intervento chirurgico di frattura del collo del femore entro le prime 48 ore.

Il reparto diretto dal dottor Battista (primario facente funzione, dopo il pensionamento del dottor Galante) si conferma quindi un'eccellenza anche stando ai dati resi noti il primo marzo scorso a Roma, durante la presentazione del rapporto annuale dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Age.Na.S.).

Il rapporto illustra i dati del 2020 riferiti alle attività del 2019, anno in cui l’Ortopedia del San Pio (allora diretta dal dottor Galante) eseguì 169 interventi per frattura del collo del femore per una percentuale pari a 96,83 punti.

Primi in Italia i colleghi dell'ospedale di Vittoria (Ragusa) (98,74%), seguiti da un'altra eccellenza made in Puglia: l'Ortopedia dell'ospedale Di Venere di Bari (97,04%). A ruota, come detto Castellaneta con il suo ospedale San Pio; quarto posto infine per l'istituto ortopedico Galeazzi di Milano (96,64%).