Palagiano piange Musco: esteta di un calcio che si è perso

Cronaca
visibility14203 - martedì 16 luglio 2019
di Dario Benedetto
Più informazioni su
Giovanni Musco
Giovanni Musco ©

Palagiano si è svegliata con una terribile notizia: l'ex calciatore Giovanni Musco non c'è più. Una brutta malattia lo ha portato via alla sua famiglia e ai tanti amici del paese e dei comuni limitrofi.

Musco, talento indiscusso ed esteta del calcio degli anni '90, era nato il 10 aprile 1971 e dopo aver concluso il settore giovanile tra le fila del Taranto, ha militato con risultati eccellenti con le maglie di Palagiano, Castellaneta e Laterza.

Una seconda punta come poche: riusciva a vincere anche le marcature più asfissianti, trovava sempre il modo per servire pregevoli assist ai suoi partner di reparto e risultava quasi infallibile sui calci piazzati. Un vero numero 10, capace di lasciare il segno in ogni paese in cui ha giocato.

Un talento promettente, che nel corso della sua carriera ha avuto più volte l'opportunità di spiccare il volo, ma che ha sempre deciso di non allontanarsi da casa: dalla sua famiglia, dal lavoro di bracciante agricolo, e dai suoi tanti, tantissimi amici.

I suoi funerali si terranno mercoledì 17 luglio alle 16 nella chiesa di San Nicola.

Le reazioni dai paesi limitrofi

Da Castellaneta, che ha omaggiato Giovanni Musco con una vecchia divisa biancorossa personalizzata con il suo amato numero 10, sono in tanti a ricordarlo con commozione: gli ex calciatori Pierino Amandonico e Luigi Policarpo, per esempio, ma anche l'associazione Fortitudo Castellaneta con Paolo Pugliese ed Antonello Tucci.

I sindaci di Palagiano, Castellaneta e Laterza, invece, hanno postato il seguente messaggio:

"A noi resta il ricordo di un giocatore di altissima qualità, di un uomo buono, di un genio del calcio, capace di far sognare le giovani generazioni palagianesi e non solo. Lo abbiamo ammirato, incitato; a lui abbiamo affidato, per un lungo periodo, le ambizioni sportive della nostra città.

Poi l’eco delle sue gesta che arrivava dai comuni vicini ci rendeva ancor più fieri di essere palagianesi. Da Laterza, da Castellaneta, giungevano notizie di un gigante del calcio capace di segnare gol memorabili e che avrebbe potuto competere con i grandi nomi nazionali. Poi l’ultima partita quella contro la malattia.

Oggi ci restano tracce di memoria di un calcio d’altri tempi fatto di genio e sregolatezza. Di un nome, Giovanni Musco, che resterà impresso nella storia e nella memoria di Palagiano e delle comunità che lo hanno conosciuto ed apprezzato.

Per questo i sindaci di Palagiano, di Laterza, di Castellaneta omaggiano la memoria del grande Giovanni Musco dicendogli arrivederci".