Servizio rifiuti a Castellaneta, Ginosa, Massafra e Palagiano: la gara vale 103 milioni

Cronaca
visibility5538 - giovedì 12 settembre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Servizio rifiuti
Servizio rifiuti ©

Vale più di 103 milioni di euro la gara unica per il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti e di igiene urbana per i comuni di Castellaneta, Ginosa, Massafra e Palagiano.

Bandita da Ager, l’agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti, il cui direttore generale Gianfranco Grandaliano è dal 2016 anche commissario ad acta dell’Aro 3/TA, organismo che racchiude i quattro comuni, la procedura di evidenza pubblica terminerà il prossimo 14 ottobre, con l’apertura delle buste prevista per il successivo 18 ottobre. È una gara molto attesa che ha visto la luce dopo molti anni dalla costituzione degli Aro, nati per governare le questioni relative ai rifiuti in ambiti territoriali ristretti, con lo scopo di spuntare buone economie di scala, ma nei fatti zavorre che hanno costretto molti comuni a ricorrere a gare di breve durata, se non a proroghe. Spesso con risultati poco soddisfacenti.

L’esistenza di questo progetto era già stato annunciato diversi mesi fa, quando l’amministrazione comunale di Castellaneta fu costretta ad affidare per l’ennesima volta il servizio di nettezza urbana, con una gara che fu definita “ponte” proprio perché avrebbe traguardato il periodo necessario (circa 18 mesi, sentenziò Grandaliano a marzo) per definire questa gara unica. Che è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale lo scorso 8 agosto, secondo il progetto redatto dall’ingegner Gianluca Intini, e che avrebbe dovuto terminare molto prima se non fosse stato per alcuni correttivi applicati in corso d’opera. La durata dell’affidamento è di 9 anni, periodo che partirà in maniera differita per ogni comune, all’esito delle procedure di gara, considerando che in ognuno è attivo il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti e di igiene urbana con durate differenti.

Le economie che scaturiranno dalla scelta di affidare a un unico gestore il servizio in quattro comuni è facilmente verificabile, almeno sulla carta. Castellaneta, per esempio, ha affidato alla “Ciclat Trasporti Ambiente” l’appalto per 18 mesi a circa 4,5 milioni di euro, 3 milioni all’anno; nel nuovo progetto della gara unica, invece, i costi per quel comune non dovrebbero superare i 2,5 milioni all’anno.

La parte del leone la farà Massafra, il più popoloso dei quattro comuni coinvolti che peserà annualmente per circa 3,5 milioni. A ruota ci sarà Ginosa, con 2,7 milioni, Castellaneta e Palagiano, con 1,7 milioni. Come è evidente, l’Aro 3/TA ha raggruppato tutti i comuni con affaccio sul versante occidentale del golfo di Taranto, accomunati anche dalla presenza di frazioni marittime (Castellaneta Marina, Marina di Ginosa e Chiatona, divisa tra Palagiano e Massafra). Un elemento da non sottovalutare, considerando che queste frazioni si popolano d’estate, richiedendo un supplemento di servizio.

Il responsabile unico del procedimento è l’architetto Aldo Caforio, funzionario del Comune di Castellaneta. L’appalto sarà aggiudicato seguendo il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base del rapporto tra qualità prezzo, mentre la procedura di gara sarà completamente telematica e, data la natura degli importi, di rilevanza europea.

Non è escluso, quindi, che la gestione del servizio possa finire nelle mani di grossi gruppi del settore, anche stranieri.