Ritrovato a Barletta paziente psichiatrico scomparso da Castellaneta

Cronaca
visibility4175 - venerdì 24 gennaio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Caserma di Castellaneta
Caserma di Castellaneta ©

Si era allontanato volontariamente nel pomeriggio di giovedì 23 gennaio. I carabinieri sono riusciti ad individuarlo a Barletta, a meno di 24 ore di distanza.

Giallo risolto sulla scomparsa di Nicola De Pace, paziente psichiatrico seguito dalla "Casa della Vita" di Castellaneta.

L'uomo, 52enne tarantino, aveva abbandonato la struttura di via Basilicata poco dopo le 18, facendo perdere le proprie tracce.

Una volta lanciato l'allarme, i militari della compagnia di Castellaneta coordinati dal maggiore Biagio Marro, hanno messo sotto setaccio l'intero territorio, intensificando controlli e perlustrazioni nel pomeriggio di oggi.

L'accaduto: Nicola De Pace, come detto ospite del "Casa della Vita" ma libero di uscire dalla struttura arbitrariamente, nel pomeriggio di ieri si era recato in stazione per dirigersi a Taranto dai suoi familiari. Probabile, quindi, che una momentanea perdita del senso di orientamento gli abbia fatto sbagliare binario, facendolo saltare a bordo di un treno che viaggiava nella direzione opposta.

Giunto a Barletta, in stazione, è stato subito notato da alcuni passanti, che insospettiti hanno allertato i carabinieri.
Una volta identificato, attingendo dalle banche dati dell'Arma, i militari hanno accertato che De Pace era scomparso ieri pomeriggio. Così, hanno contattato i colleghi della stazione di Castellaneta e chiuso il cerchio.

Raggiunto a Barletta dai sanitari della "Casa dellla Vita", De Pace è stato riportato a casa. Tutto è bene ciò che finisce bene.