Covid e fake news: studenti positivi al Mauro Perrone di Castellaneta? È tutto falso!

Cronaca
visibility5960 - sabato 26 settembre 2020
di Dario Benedetto
Più informazioni su
Mauro Perrone di Castellaneta
Mauro Perrone di Castellaneta ©

Ci ha pensato il dirigente scolastico Vita Maria Surico a smentire un'autentica fake news, circolata sul web e in numerose chat di Whatsapp nelle ultime ore: «l'istituto Mauro Perrone non ha registrato alcun caso di positività al Covid-19. Attua quotidianamente il protocollo di contenimento all'emergenza del virus e sia gli studenti in aula che il personale scolastico stanno tenendo un comportamento davvero encomiabile»

Insomma tutto falso, ma facciamo un passo indietro: nelle scorse, come detto, sui social circolava una bufala bella e buona, secondo la quale ben 5 studenti dell'istituto di via Spineto Montecamplo sarebbero risultati positivi al test. In realtà i ragazzi positivi sono due, entrambi di Ginosa con contagio riconducibile al focolaio di Villa Genusia, ma i cancelli del Mauro Perrone non li hanno mai varcati, né in occasione di questi primi giorni di scuola, né precedentemente per partecipare ai corsi di recupero, intelligentemente svolti a distanza.

Altri due studenti ginosini, inoltre, risultano attualmente in isolamento domiciliare perché nei giorni scorsi a stretto contatto con familiari positivi al virus; anche loro, però, sono sempre stati a casa e l'anno scolastico 2020/21 non lo hanno ancora cominciato.

D'altronde, il "sistema Mauro Perrone" sembra funzionare a meraviglia: telefonate quotidiane a tutti gli assenti del giorno, uscite dalle aule ridotte ai minimi termini e massima responsabilità dal primo all'ultimo suono della campanella.

«Questo, in nome della massima trasparenza che da sempre contraddistingue il mio lavoro - ha concluso la professoressa Surico -; è giusto spiegare come stanno le cose, ma è altrettanto giusto evidenziare gli aspetti positivi, come il senso di responsabilità di studenti e personale scolastico in un momento difficile come quello che stiamo attraversando».