Denuncia choc, «Papà morto di Covid, in ospedale rubato il suo cellulare»

Cronaca
visibility7843 - mercoledì 02 dicembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Francesco Rotelli
Francesco Rotelli ©

Una denuncia choc che punta il dito sul Pronto Soccorso dell'ospedale "San Giuseppe Moscati" di Taranto, dove sarebbe stato rubato un cellulare ad un paziente deceduto causa infezione da Covid-19.

Si tratta di Francesco Rotelli, settantaduenne pastore della chiesa evangelica di Massafra, venuto a mancare qualche giorno fa (clicca qui per rileggere la notizia).

«Il cellulare di tuo padre è stato smarrito, evidentemente lo abbiamo buttato». Queste, le parole riferite a Venere Rotelli, figlia della vittima, giunta al Moscati per recuperare gli affetti del suo papà.

«In quel cellulare - ha spiegato Venere Rotelli denunciando pubblicamente l’accaduto -, ci sono le foto di mio padre, i suoi messaggi, i suoi pensieri, le sue annotazioni: lo rivogliamo!».

La signora Rotelli, in sintesi, è certa che il cellulare sia stato rubato all’interno della struttura ospedaliera, in quanto grazie ad una perizia informatica, afferma che sia stato usato per l'ultima volta alle 5 del giorno 12 novembre: «La sim card del cellulare - ha spiegato - è stata rimossa e qualcuno ha tentato di formattare il dispositivo, per questo abbiamo predisposto denuncia ai carabinieri».

Una vicenda tristissima, destinata a proseguire nelle aule giudiziarie.