«Dove regna l'improvvisazione si vive alla giornata», i sindacati contro l'assessore Agrusti

Politica
visibility792 - mercoledì 30 dicembre 2020
di Andrea Carbotti
Più informazioni su
Il municipio di Mottola
Il municipio di Mottola ©

Due ore in fila al freddo per usufruire degli uffici comunali di Mottola: dall’anagrafe, ai tributi, all’urbanistica, tutti alle prese con una sanificazione straordinaria di cui, a quanto pare, nessuno era stato informato.

Che confusione, questa mattina, al municipio di Mottola: è la denuncia dei rappresentanti sindacali Antonio Marra, Mimmo Matarrese e Giovanni De Santo, causata, a loro dire, dalla disorganizzazione e dall'improvvisazione dell'amministrazione comunale.

Infatti, dopo cinque giorni consecutivi di chiusura degli uffici, dal 24 al 29 dicembre, il Comune è stato sanificato solo alle 8 di questa mattina, impedendo l'accesso a chiunque almeno fino alle 11.

«E allora un commento all’accaduto - le parole dei sindacalisti -: È mai possibile che un intervento del genere non venga programmato in tempo utile, soprattutto considerando i cinque giorni precedenti di chiusura al pubblico?»

Secondo le RSU, infatti, per un mimimo di programmazione è necessaria la presenza dell'assessore al Personale Francesco Agrusti: quando è assente, si legge, "la nave va a finire sugli scogli".

E a proposito dell'assessore Agrusti, il documento svela un particolare, collegato alla sua effettiva presenza: da martedì 18 agosto sembra, infatti, che l'assessore non si faccia vedere nelle riunioni della giunta Barulli, organizzate in videoconferenza. 

Qui l’interrogativo retorico dei sindacati: «È saltata la connessione internet o in questa assenza così prolungata c’è dell’altro? A pensare male si fa peccato - concludono citando Andreotti - ma ci si azzecca spesso».

Andrea Carbotti