Bilancio? Punto rinviato a Palagianello: l'opposizione attacca, la maggioranza risponde

Politica
visibility868 - martedì 16 aprile 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Borracci, Gasparre, Miola e Natale
Borracci, Gasparre, Miola e Natale © ViviWebTv

«Il lavoro coordinato e preciso dei consiglieri Miola, Natale e Gasparre raggiunge un risultato politico netto: l'Amministrazione Borracci, impreparata e superficiale, ritira il punto sul bilancio».

«Con enorme senso di responsabilità abbiamo posticipato la discussione e successiva approvazione del bilancio di previsione, a causa della tardiva ricezione della relazione del revisore dei conti, pervenuta solo alle 17:45 di lunedì 15 aprile e tra l’altro in piena celebrazione del Consiglio comunale.
Ligi al dovere, non abbiamo forzato la discussione del punto e rischiato la successiva bocciatura del bilancio al Tar».

Duro botta e risposta "social" a Palagianello, tra parte delle opposizioni e l'Amministrazione Borracci.

Il primo virgolettato è stato redatto da Miola (Aria di Cambiamenti), Natale e Gasparre (Palagianello Ricominciamo); il secondo, invece, è parte di un comunicato stampa apparso sui canali ufficiali del Comune, dopo la massima assise di lunedì 15 aprile.

Nell'aula consiliare Katia Stasolla, tra i vari punti all'ordine del giorno, figurava infatti la discussione e la successiva votazione del bilancio di previsione. Bilancio non ancora votato (il punto è stato ritirato) a causa della mancanza in tempi utili di quella relazione.

«Ancora qualche giorno - ha spiegato la Maggioranza - ed il bilancio sarà discusso ed approvato, rispettando i termini previsti dalla legge e prevedendo tutte le risorse necessarie. Magari, saranno giorni utili alle opposizioni, affinché finalmente possano presentare proposte costruttive e soluzioni meritevoli di accoglimento.

Le polemiche e le falsità - la conclusione del post - vogliamo lasciarle ad altri. A noi tocca lavorare per il bene della collettività e continuare a farlo tutelando tutti i nostri cittadini e non solamente alcuni».

Intanto, in attesa di un'eventuale risposta dei membri delle opposizioni in Consiglio, è giunta (seppur via Facebook), la proposta dell'attivista di centrosinistra Vito Vetrano: «Proporrei l'Introduzione delle royalties per gli impianti di energia alternativa, la modifica del regolamento sulla Tari prevedendo l'eliminazione del pagamento per le famiglie che hanno nel nucleo familiare studenti o lavoratori fuori sede e che quindi non producono rifiuti nel nostro comune e l'abbattimento o la riduzione della Tari e di altre tasse per i cittadini che adottano un cane dal canile (ad oggi spese a carico di tutta la collettività).

Infine - ha concluso Vetrano - propongo di intercettare finanziamenti atti alla realizzazione di una compostiera di comunità e di revisionare i contratti su pubblica illuminazione e gestione raccolta dei rifiuti».