Ad un anno dalla fine del mandato, il bilancio del sindaco di Massafra

Politica
visibility3456 - lunedì 01 giugno 2020
di Luigi Serio
Più informazioni su

Un obiettivo da raggiungere, un progetto da realizzare, un impegno elettorale da mantenere? lo abbiamo chiesto al sindaco Fabrizio Quarto ad un anno dalla fine del mandato.

Dal primo cittadino di Massafra una risposta sincera e obiettiva: «Si poteva fare di più, si può fare di più».

«Io mi confronto col nostro mandato, col mandato dell'amministrazione spesso. E quando avremo modo di confrontarci durante le campagne elettorali che seguiranno, se seguiranno - afferma Quarto - , avremo modo di puntualizzare i tanti aspetti del mandato che sono stati realizzati, e mi ritengo abbastanza soddisfatto dell'intenso lavoro svolto.

Sicuramente si poteva fare di più, si può fare di più, e cercheremo di utilizzare l'ultimo anno per concretizzare una serie di opere che ancora devono partire.

Però la cosa a cui tengo particolarmente - prosegue il sindaco - è l'idea che nella nostra comunità debba essere diffusa la consapevolezza di ciascuno di noi di poter puntare su uno sviluppo del nostro territorio che parta dall'attrattore principale che noi abbiamo, che è quello di avere le Gravine, questo scenario unico al mondo, e intorno a questo la visione che noi abbiamo avuto, che si è trasformata in altrettanti progetti, di avere uno sviluppo concentrico delle aree possa diventare realtà.

So che ancora non hanno visto la luce molti progetti e non sono stati finanziati molti progetti che riguardano questa area, ma questi progetti ci sono, questa visione c'è.

Una programmazione dello sviluppo di Massafra che parta da Lungovalle, da una strategia, da un itinerario turistico culturale che rivaluta il graviglione San Marco, rivaluta l'aspetto legato al Castello, la progettualità che c’è, i progetti che ci sono sul Castello Medievale, sulla Piazza d'Armi retrostante, la progettualità che c’è su San Benedetto, piuttosto che su entrambi i lati del Lungovalle, il Piano del Colore che abbiamo realizzato, l'affidamento del Piano di Recupero del centro storico, il Piano Urbanistico Generale.

Tutta una serie di progetti che non sono slegati l'uno dall'altro, che fanno parte di una strategia che non può attuarsi in tempi brevi .

L'importante - conclude il sindaco Quarto - è che ci sia la consapevolezza da parte di tutti noi di dover andare in questa direzione e questo farà la differenza, che ancora non c'è, tra Massafra, che ha uno splendore stratosferico nella sua parte più antica, e altri comuni che non hanno da offrire questa bellezza.

E noi a questa bellezza dobbiamo fare riferimento per guardare al nostro futuro».