Guglielmi: «Deliberati gli interventi per le famiglie disagiate massafresi»

Politica
visibility501 - mercoledì 11 novembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Centro storico di Massafra
Centro storico di Massafra © ViviWebTv

«Ieri in giunta abbiamo deliberato gli interventi del "Piano di rigenerazione sociale" volto a garantire sostegno assistenziale alle famiglie disagiate».

Ad annunciarlo, in un nota, è l'assessore alle Politiche Sociali di Massafra Maria Rosaria Guglielmi.

Il Comune di Massafra, come già riportato lo scorso 13 ottobre (clicca qui per rileggere la notizia), risulta beneficiario di un contributo finanziario di 4 milioni di euro che derivano da un accordo tra i 5 comuni dell’area di crisi ambientale e Ilva in Amministrazione straordinaria.

Con le tre delibere approvate ieri ora si è passati alla fase progettuale. I tre assi d’intervento scelti dall’amministrazione comunale sono: Polo delle Fragilità, Sportello e Mensa sociale, sostegno alle famiglie disagiate del centro storico.

Per quanto riguarda il “Polo delle fragilità” l’intervento riguarda il recupero e la rifunzionalizzazione del piano terra e del primo piano del convento di San Benedetto, nel centro storico, per disporre di spazi idonei ad attivare un complesso di azioni integrate di contrasto alla marginalità, alla dispersione scolastica, al disagio minorile e all’emergenza abitativa.

Il progetto “Sportello e Mensa sociale”, è indirizzato a sostenere le famiglie prive di reddito o con reddito precario e discontinuo. Lo sportello sociale è già attivo grazie ad una convenzione con un’associazione del terzo settore, ma sarà potenziato con l’istituzione della mensa sociale, in grado di dare assistenza e aiuto concreto ai cittadini più poveri. Il progetto sarà realizzato presso i locali dell’Ordine Francescano, annessi al Santuario di Gesù Bambino.

Infine per sostenere le famiglie disagiate del centro storico, ci sarà un progetto che mira al recupero del patrimonio immobiliare degradato, finalizzato al contrasto dei fenomeni di marginalità, favorendo l’aggregazione giovanile e l’attivazione di startup per imprese. Per tale progetto sarà avviato un percorso di coinvolgimento della comunità.

«Il piano di rigenerazione sociale - commenta l'assessore Guglielmi - s’inserisce nel solco tracciato da questa amministrazione comunale sin dall’inizio del suo mandato, ovvero sostenere le fasce deboli, intercettando risorse per realizzare progetti, attività e azioni, indirizzati a contrastare tutti quei fenomeni di disagio segnalati dai servizi sociali comunali».