Volley Castellaneta, inizio da urlo nel campionato nazionale di B2 femminile

Sport
visibility429 - lunedì 21 ottobre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
La Security Fire
La Security Fire © Web

Primo storico successo per la Security Fire Castellaneta in B2.

La truppa biancorossa, neopromossa nella quarta categoria nazionale, si impone per 3-0 fra le mura amiche del PalaTifo, superando in tre set (25-21, 25-14, 25-14) la Ciù Ciù Offida Volley.
I tre punti conquistati in serata coronano la prestazione da urlo delle ragazze del coach Michele Ironico, encomiabili per intensità, carattere e massima abnegazione in fase di correlazione muro-difesa.
L’inizio arrembante della nuova stagione carica così di fiducia ed entusiasmo l’intero ambiente,
Da martedì, però, sarà già tempo di pensare alla sfida del prossimo weekend contro la Volare Onlus Benevento, sconfitta oggi, per 3-0, in quel di Mesagne.

La Security Fire Castellaneta scende in campo con la diagonale composta dal duo Rodriguez-Matichecchia, le schiacciatrici Ragone E. e Caputo, le centrali Piarulli e Pagliari ed, infine, con Cofano a presidio del reparto arretrato.
La Ciù Ciù Offida Volley risponde con Capriotti in cabina di regia, Morgia nel ruolo di opposto, Delfino e Napolitano in posto 4, Zamponi e Citeroni al centro e, per concludere, con Tardini libero.

Fischio di inizio ed è subito grande spettacolo al PalaTifo. Le ragazze del coach Michele Ironico spingono forte sull’acceleratore e, trascinate dai colpi in attacco di Caputo e Matichecchia, si portano subito sul 6-2. Dall’altra parte della rete, le marchigiane provano a tenere botta alla veemenza di capitan Pagliari e compagne (9-6) e, forzando al servizio, prima riescono ad agguantare la parità (9-9) e poi a capovolgere la situazione (9-11). Coach Ironico corre ai ripari ed inserisce Falchi, con lo spostamento di Rodriguez nel ruolo di opposto. Ci pensa subito Ragone E. a firmare la parità con un siluro da posto 4 (13-13). La battaglia prosegue a ritmi serrati, questa volta a piazzare il break è la Security Fire grazie alla palla piazzata di Caputo ed al servizio velenoso di capitan Pagliari (19-16). La battaglia prosegue senza un attimo di tregua. Il ritorno di fiamma delle marchigiane (22-21), però, viene prontamente respinto dal sigillo chirurgico di Ragone E. (23-21) e dal muro di Rodriguez (24-21). Cala il sipario sul primo parziale: il PalaTifo esplode di gioia dopo l’errore di Morgia da zona 2 (25-21).

Al ritorno in campo la Security Fire non arresta il suo incedere impetuoso. Sull’8-8 Ragone E. cambia marcia al servizio e dà il via libera allo show personale di Caputo in prima linea, che confeziona un break da urlo di 7-0 (15-8). La squadra del coach Ironico viaggia a mille all’ora e si avvicina a passi da gigante verso la conquista del secondo parziale (21-13, pallonetto di Rodriguez).
La fine delle ostilità la decreta capitan Pagliari, con la sua fast che non lascia scampo alla linea difensiva marchigiana (25-14). Nell’ultimo atto del match, il copione non cambia. Il tridente Matichecchia-Caputo-Piarulli ribadisce il dominio castellanetano sul rettangolo di gioco (8-4).

Ad impressionare è soprattutto l’aggressività a muro e l’attenzione meticolosa in fase difensiva delle biancorosse (guidata da una brillante Cofano). Intanto Ragone E. si diverte a seminare il panico nella metà campo avversaria, sfoggiando tutto il suo repertorio di colpi in fase offensiva (11-8). Le marchigiane provano in tutti i modi a rimanere agganciate alle padrone di casa, ma nulla possono dinanzi all’exploit a muro del duo Rodriguez-Piarulli (19-10).
La prima storica vittoria in B2 si intravede all’orizzonte, il mani-out di Ragone E. (22-13) lancia i titoli di coda del match. Come nel secondo game, è ancora capitan Pagliari a risolvere la contesa (25-14) e a regalare la prima gioia nella quarta competizione nazionale alla squadra della sua città.