Festa della Donna 2021 · di Edo Carella

La redazione Poesie in Dialetto
visibility490 - ViviWebTv - domenica 07 marzo 2021
8 marzo - ViviCastellaneta
8 marzo - ViviCastellaneta © ViviWebTv

Festa della Donna 2021
Poesia del professore Edo Carella

Ogni parola relativa alle donne,
bella o brutta che sia, trova il tempo che trova.

Ognuna ha una sua idea del domani,
ognuna ha una sua percezione del presente,
il passato è solo un vuoto inconsistente.

Quando penso a loro mi sento ad un confine,
agli estremi di una intelligenza non mia,
ad un'anima nuda tra le loro mani.

Eppure so che tu, donna, esisti
e vivi sempre e forte dentro di me,
evento privilegiato come un'alba "rododactula". *

E mi vesto dei tuoi sorrisi, dei tuoi stupori,
delle tue fragili trasparenze,
dei tuoi "hei, sono quì", esplosi nelle tue pupille.

E credo che sia proprio questa distanza
tra un pensiero segreto e una parola sfuggita,
il senso perfetto del tuo essere donna.

Ora mi rendo conto che le parole
sono foglie inventate al corpo,
umori quotidiani brevi come un tramonto.

Mi piace respirare il tuo volto,
legare i miei sospiri ai tuoi,
incendiare i nostri sogni di carta,
e sciogliere i nostri pensieri in mille sguardi.

Così, per un nome tutto da cullare, DONNA.
____

*Dalle dita rosa

 

Gli articoli più letti