news ed eventi CIA

Il dissesto nel futuro di Castellaneta? «Ecco perché ci siamo dimessi»

L'annosa vicenda Dell'Aquila è la motivazione che ha spinto gli 11 consiglieri comunali di centrodestra a rassegnare le dimissioni e a mettere fine all'attuale amministrazione Di Pippa (clicca qui per rileggere la notizia).

In virtù di una transazione (dai 20 milioni di euro iniziali ai circa 6, frutto di una trattativa), il Comune di Castellaneta avrebbe dovuto corrispondere l'ultima rata di 3 milioni di euro entro il 30 settembre 2022. Un'importante scadenza che, per i consiglieri che ieri sera hanno rassegnato le dimissioni, è stata inspiegabilmente disattesa e rischia di far cadere la transazione, facendo nuovamente risalire a 20 milioni il credito della famiglia Dell'Aquila nei confronti dell'ente di piazza Principe di Napoli.

La vicenda risale al 1999, anno in cui l'allora sindaco Rocco Loreto decise di espropriare diversi terreni sulla strada Castellaneta-Laterza per creare una seconda zona industriale. L'amministrazione cadde poco dopo e il progetto non spiccò il volo. La grana è poi arrivata fino ai giorni nostri con la condanna definitiva in tutti i gradi di giudizio inflitta al Comune di Castellaneta.

Le news correlate

Terremoto politico: 11 consiglieri si sono dimessi
Di Pippa si difende e passa al contrattacco: «Accuse infamanti, ora il paese si fermerà!»

Le notizie del giorno sul tuo smartphone
Ricevi gratuitamente ogni giorno le notizie della tua città direttamente sul tuo smartphone. Scarica Telegram e clicca qui

Gabriele Semeraro - mar 27 febbraio

Un ponte di solidarietà tra Italia e Albania per celebrare l'amicizia ...

La Redazione - lun 26 febbraio

Venti passi di distanza tra il glorioso passato ed un futuro tutto da vivere, ...

La Redazione - lun 26 febbraio

Finalmente tocca anche a Castellaneta: "Tanti tappi per tanti sorrisi", ...