Volge al termine il concorso "Un carrista fatto in casa"

Attualità
visibility434 - mercoledì 16 giugno 2021
di La Redazione
Più informazioni su
I premiati
I premiati ©

Massafra, la "Città del Carnevale", prosegue con le sue iniziative che attingono a questa passione fatta di musica e colori.

Lunedì 14 giugno, infatti al Palazzo della Cultura, è avvenuta la premiazione del concorso "Un carrista fatto in casa" riservato ai ragazzi delle scuole medie della città, i quali con impegno hanno realizzato carri in miniatura come se dovessero sfidarsi in una sfilata reale. Detto concorso è stato ideato e organizzato da Angeo Nasuto, insegnante di lettere all'istituto comprensivo "San Giovanni Bosco", con la collaborazione della sua scuola, dell’editore Antonio Delli Santi e dell’associazione "ViviAMO Massafra", con i suoi esponenti Enzo Di Pierro e Piero Parisi.

«L'iniziativa - hanno spiegato gli organizzatori - è avvenuta lo scorso febbraio per poter in una qualche maniera sostituire la sfilata tradizionale dei carri allegorici che non sono stati realizzati quest’anno per noti motivi. Il carnevale resta occasione di divertimento molto sentita a Massafra, legata alla cultura con la C maiuscola. Il concorso è avvenuto grazie all’impegno e al lavoro di 16 ragazzi, raggruppati per la creazione di 11 opere iscritte al concorso (alcuni carri, 5, sono stati realizzati da un gruppo ristretto di giovani cartapestai, non più di 2 collaboratori). L'obiettivo è stato coinvolgere i giovani alle passioni per le tradizioni popolari e tra queste quella dell’amato Carnevale; perciò il tramando ai giovani è stato pienamente centrato.

Il Comitato organizzatore ha pensato di stilare una classifica ex aequo di tutti i partecipanti al concorso, per riconoscere l’impegno e la costanza di tutti, nel lavoro effettuato oltretutto in un periodo non facile per la società. La decisione di stilare una classifica ex aequo è stata motivata anche per la capacità di tutte le opere in miniatura di evocare atmosfere festanti con allegorie dai significati profondi, riguardanti varie tematiche: dall’attualità all’arte, dalla letteratura, alla musica. Perciò tutti i ragazzi partecipanti sono stati premiati con: un kit completo di lavorazione dell’argilla (con una forma di questo materiale modellabile), utile come primo passo per la realizzazione di un carro allegorico con la tecnica artistica della carta da calco, chiamata cartapesta; tre libri a testa, con in primis una copia del libro sulla storia del Carnevale Massafrese, scritto da Nasuto, ideatore del concorso; un attestato di partecipazione a questa prima rassegna di carri in miniatura legata al Carnevale Massafrese.

Ha partecipato alla breve cerimonia di premiazione l’assessore allo Spettacolo Michele Bommino, esponente dell’amministrazione che ha contribuito con una somma cospicua per l’acquisto dei suddetti premi. Tutta l’iniziativa si è tenuta rispettando tutte le norme anti-Covid: distanziamento e utilizzo della mascherina. Ma, neanche a farlo apposta, proprio ieri sera si è tenuta un’importante riunione preliminare tra i cartapestai massafresi, per programmare le future manifestazioni in cui si esibirà la loro arte, tra cui quella del prossimo Carnevale».