Londra e Mottola unite nel video “Un pianeta che non c’è”

Cronaca
visibility637 - venerdì 15 marzo 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Frankavilla, cantautore di Mottola
Frankavilla, cantautore di Mottola ©

Da venerdì 15 marzo è on line, sul portale Youtube, il videoclip del cantautore mottolese Frankavilla, “Un pianeta che non c’è” , un lavoro “urban”, dal respiro europeo, le cui immagini sono state girate a Londra, tra location dalle quali sono ben visibili simboli della città come il celebre Tower bridge e il London Eye e alcuni scorci della grande metropoli, come Camden Town, Littel Venice e Abbey Road, passando, inoltre, anche per la metropolitana.

È stata un’esperienza unica – ha commentato l’artista. – Non ero mai stato in Inghilterra e devo dire che la magia di questa capitale mi ha colpito molto, sopratutto per via della sua dimensione, immensa. Inoltre a differenza di quanto abbiano detto in molti, io ho mangiato molto bene”.

Prodotto da Beat Sound Milano e pubblicato non a caso in occasione della “Giornata internazionale della donna”, questo brano è la riflessione di un uomo sulla sua compagna, leggibile però sotto vari punti di vista. Lo stile registico del video segue in maniera lineare il testo scritto da Frankavilla.

Le interpretazioni di questa canzone, volutamente, sono molteplici, ma nel video c’è quella mia personale. Il mio pensiero va a una donna da me lontana come si evince da una scena particolare, in cui metto le puntine su una cartina di legno, una su Londra e una su Mottola”.

Proprio nel comune tarantino Raffaele Francavilla, nome anagrafico dell’artista, si è avvicinato alla musica. Questo è avvenuto grazie alla passione della sua famiglia, sia di suo padre, un vigile urbano con la passione per il canto, che di suo zio, talentuoso cantautore scomparso proprio durante il festival di Castrocaro. Ora però dalla sua Mottola Raffaele parte in giro per l’Europa a registrare i video delle sue canzoni. Infatti questo non è il primo lavoro che svolge all’estero. Per “Vivo così”, primo lavoro realizzato col supporto di Beat Sound Milano, ha girato le immagini per le vie di Amsterdam, nei Paesi Bassi.