Contagi al San Pio, Gugliotti: «Non è stato rispettato il protocollo, situazione inaudita»

Cronaca
visibility28634 - venerdì 20 marzo 2020
di Annabella Fuggiano
Più informazioni su
Il sindaco di Castellaneta Giovanni Gugliotti
Il sindaco di Castellaneta Giovanni Gugliotti © Web

Un bollettino di guerra. Si. Lo avevamo anticipato ieri in tarda serata e questa mattina ha usato proprio questo termine il primo cittadino di Castellaneta, Giovanni Gugliotti, raggiunto al telefono da Studio 100.

E nel frattempo i dati sono in continuo aggiornamento, con nuovi sanitari che si sottoporranno oggi ad altri tamponi dopo i primi effettuati a coloro che nei giorni scorsi sono venuti a contatto con il dottor Montemurro, primo caso di positività al Covid-19 dell'ospedale di Castellaneta.

«Abbiamo passato in parecchi una notte insonne».

I dati non sono confortanti, Gugliotti lo ammette chiaramente: «Ci sono diversi medici positivi, caposala, impiegati della direzione sanitaria. Noi che avevamo fatto tutto quello che era in nostro potere per evitare che accadesse quello che sta accadendo ora. Abbiamo cercato di far rispettare le prescrizioni, farmaci a domicilio, spesa a domicilio ecc e poi? Vengo a sapere che in ospedale qualcuno si è permesso il lusso di girare i vari reparti combinando un casino che sta emergendo in queste ore».

Non è stato rispettato il protocollo. Questo, ad oggi, sembra essere l'unico dato: «Io non ho altra spiegazione da darmi - ha continuato il sindaco di Castellaneta - Fino a ieri non avevamo neanche un caso, l'ospedale stava funzionando. Ieri stavano operando e piano piano stavamo cercando di farlo crescere questo benedetto ospedale e poi succede questo a causa di qualcuno che viola il protocollo».

Gugliotti si prepara questa mattina al summit con il direttore sanitario dell'ospedale di Castellaneta Emanuele Tatò per fare il punto della situazione e capire, carte e risultati alla mano, come organizzare l'intera struttura.

«Mai avrei immaginato questa situazione e ora devo fare il tampone anche io» ha concluso il sindaco.