Pums: a Ginosa dialogo con i cittadini per la Ztl nel centro storico

Politica
visibility127 - mercoledì 08 maggio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
L'incontro pubblico
L'incontro pubblico © Comune di Ginosa

Una nuova idea di mobilità urbana per quanto riguarda l’area del centro storico sta prendendo piede a Ginosa . Se ne è discusso ieri 7 maggio nel corso di un incontro pubblico presso il Museo Civico Santa Parasceve in C.so Vittorio Emanuele II.

L’evento, rientra nel processo di elaborazione del PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) ed è propedeuticoalla redazione del piano stesso attraverso la raccolta dei pareri e delle idee dei residenti, commercianti e albergatori del quartiere e dei cittadini interessati.

Presenti il Sindaco Vito Parisi, l’Assessore alla Rigenerazione Urbana Emiliana Bitetti, l’Assessore all’Ambiente Filomena Paradiso, l’Assessore alla Sicurezza Urbana Nicola Piccenna e i Consiglieri Angela Ciannella, Amedeo Clemente e Sergio Basta. A illustrare l’intero progetto, l’Architetto Loredana Modugno incaricato di redigere il piano.

L’incontro si è diviso in due fasi: illustrazione del PUMS e parte pratica con un processo partecipativo in cui gli astanti hanno scritto su carta le proprie idee sulle iniziative da attuare per dare al centro storico una nuova impronta.

Tema centrale del dibattito è stata la ZTL (Zona Traffico Limitato) che interesserà Corso Vittorio Emanuele II e tutto il centro storico, che prevedrà la riduzione del traffico veicolare nei confronti dei non residenti e una maggiore fruibilità per i pedoni e i mezzi ecosostenibili.

«Uno step fondamentale per la riqualificazione di una parte nevralgica del centro storico – ha spiegato l’Assessore Bitetti – l’obiettivo è quello di garantire una più libera e sicura percorribilità per i cittadini a piedi del nostro corso nell’ottica di una riappropriazione degli spazi pubblici.

Questa misura rientra tra gli interventi di recupero del centro storico: dai lavori presso il Castello Normanno (già in atto) alla riqualificazione della Biblioteca Civica grazie al finanziamento sulle Community Library e quello inerente a Parco Alfieri e al Casale.

I disagi per i residenti saranno pari a zero, così come per eventuali veicoli che dovranno scaricare e caricare merce presso le attività commerciali lì presenti. Comprendiamo alcuni dubbi e timori espressi, assolutamente legittimi, ma la pianificazione della ZTL sarà ben strutturata per gradi e garantirà una maggior affluenza di persone a beneficio degli esercizi ubicati.

È bene ricordare, infatti, che la ZTL sarà a misura di cittadino residente e che occasioni di confronto come quella avuta saranno indispensabili per il risultato finale.

Una visione a lungo termine attraverso un approccio partecipativo dei cittadini: sono questi i pilastri che sorreggono il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, un percorso di riqualificazione strutturale, percettivo e mentale che tutta la comunità desiderosa di un cambiamento e di avvertire una nuova concezione di Ginosa e Marina di Ginosa deve percorrere».

«Le operazioni che interessano e interesseranno il centro storico di Ginosa sono volte a preservare la bellezza dei luoghi identitari della nostra cittadina – ha aggiunto il Primo Cittadino – mai come prima d’ora erano state previste così tante misure per quest’area».