Calcio, ecco Castellaneta-Sava: la finalissima che vale una stagione

Sport
visibility1207 - giovedì 09 maggio 2019
di Vito Girolamo
Più informazioni su
Foto di squadra con le
Foto di squadra con le "Nuove Leve" sullo sfondo © Mimmo Cassano PFP

È tempo di finale, è tempo di un match che per l’Acd Castellaneta, ha sapore di ultima spiaggia: domenica 12 maggio al “De Bellis”, con fischio d’inizio alle 16:30, si giocherà infatti la finale play-off tra Castellaneta e Sava, una finale che emetterà l’ultimo e definitivo verdetto di un incredibile girone B del campionato di Prima Categoria.

Un campionato incredibile, dicevamo, in cui il dominio di Castellaneta e Grottaglie, (quest'ultimo vittorioso nello spareggio di domenica scorsa) è stato netto ed inequivocabile. Ma per un uno scherzo beffardo del regolamento, nonostante i 14 punti di vantaggio sulle inseguitrici, per agguantare la promozione bisognerà passare per la lotteria dei play-off (il regolamento dei campionati dilettantistici permette di saltare la semifinale se si accumula un vantaggio di almeno 7 punti, ma non il match della finale).

Finale che, appunto, vedrà il Sava opporsi ai biancorossi di mister D’Alena. Un Sava protagonista comunque di un’ottima stagione, nella quale ha totalizzato 66 punti, con 74 gol fatti e 29 subiti. Una squadra ostica, capace anche di infliggere una sconfitta alla corazzata Grottaglie, e che nell’ultimo precedente al “De Bellis”, fece sudare le proverbiali sette camicie ai biancorossi, che solo nell’ultima mezz’ora riuscirono a ribaltare e portare a proprio favore le sorti del match.

Domenica sarà tutta un'altra storia e servirà un Castellaneta diverso rispetto a quello poco pericoloso sceso in campo domenica scorsa sul neutro di Fasano. Ma non solo, servirà un De Bellis in formato Champions, con il gruppo ultras "Nuove Leve" che sta chiamando a raccolta la cittadinanza per gremire gli spalti sin dal calcio d'inizio.

Per il Castellaneta, infine, ci saranno 2 risultati su 3 a disposizione: infatti, in caso di parità dopo i 90 minuti regolamentari, si andrà ai supplementari, ma se se il pareggio dovessere persistere anche dopo 120 minuti, non ci saranno rigori ma saranno i biancorossi a festeggiare il tanto agognato approdo in Promozione.