Calcio, il Real Mottola riparte dalla Seconda categoria

Sport
visibility621 - martedì 22 settembre 2020
di Andrea Carbotti
Più informazioni su
Il Real Mottola al Chiappara
Il Real Mottola al Chiappara ©

Ora è ufficiale: il Real Mottola, ultima espressione del calcio cittadino (clicca qui per rileggere la notizia), ripartirà dalla Seconda categoria.

Lo ha reso noto il direttivo pugliese della Lega Nazionale Dilettanti, che nella riunione di ieri ha ufficializzato la nuova composizione dei tornei di Prima e Seconda categoria, con organici di molto ridotti rispetto alla scorsa stagione.

Tutto merito di un gruppo di dirigenti, in gran parte vecchi giocatori e volti noti del calcio locale, che hanno depositato la domanda di ripescaggio e seguito gli sviluppi della vicenda.

La notizia della promozione è motivo di grande gioia anche per i giocatori e i tifosi della squadra, che hanno affiggere dei manifesti in tutto il paese dove c'è scritto: "Finalmente si riparte. Torna il calcio a Mottola nelle categorie che contano".

Il percorso per risalire dalla Terza categoria è cominciato prima del previsto, e non sembra volersi fermare qui. L'obiettivo è un buon campionato e tentare l'assalto alla seconda promozione di fila, magari con qualche innesto mirato e maggiori certezze.

Squadra che vince non si cambia, ovvio: sulla panchina è stato confermato Filippo Gatti, bandiera del Mottola United e allenatore dell'ultima stagione, che ha già radunato la squadra, ha parlato con i calciatori e ha capito che la spina è ancora attaccata.

In attesa dei calendari ufficiali, la scorsa settimana di lavoro si è chiusa con una partitella, agguerrita come tutte quelle che si sono disputate durante la scorsa stagione, con cene in palio o penitenze di altro genere per chi esce sconfitto dal campo.

Tutti danno l'impressione di voler trasmettere alla città la voglia di vincere: pur con un nome esotico, spagnoleggiante, il Real Mottola è un autentico "capa tosta" come ognuno di noi, e sa che senza il sostegno dei mottolesi non arriverà molto lontano.

«Noi speriamo che i tifosi e gli appassionati di Mottola - è stato l'augurio della società - vengano allo stadio per spingere la nostra vittoria in funzione dei nostri obiettivi e rilanciare il movimento calcistico cittadino».

Andrea Carbotti