CastStory: La nave dei sogni

Aurelio Miccoli CastStory
visibility5166 - ViviWebTv - sabato 20 marzo 2021
Castellaneta Marina, come turisti, tutti a vedere la nave incagliata
Castellaneta Marina, come turisti, tutti a vedere la nave incagliata © Aurelio Miccoli

Nella notte tra il 9 e il 10 marzo 2010 questa nave fu protagonista involontaria di una vicenda che appassionò la comunità del mare, con un curioso andirivieni di osservatori stupiti di poter ammirare una sagoma così grande da così vicino. 

Era la motonave bulgara “Burgas” che, a causa di una forte mareggiata, si era spiaggiata nelle acque antistanti il litorale di Castellaneta Marina.

Da lontano sembrava un giocattolo, quelli dimenticati sulla riva, sbattuti dalle onde e risucchiati nella sabbia. Il mare qualche volta fa danni maggiori; quella volta si divertì, con una mareggiata, a scherzare con la nave dandole una vigorosa spallata verso la riva. Ma lasciandola in piedi nell’illusione che alla prima alta marea potesse riprendere il mare. E invece no; ci vollero molti tentativi, tanto lavoro e tanta professionalità per disincagliare il gigante e porre fine a quello che sembrava un ordinario incidente.

La sosta prolungata, così vicina alla spiaggia, finì per alimentare la fantasia di chi immaginava di recuperare il relitto e trasformarlo in una occasione di rilancio economico. E così il sottile venticello di scirocco, venendo dal mare, portò in giro la leggenda urbana di un ristorante galleggiante o almeno di un luogo turisticamente interessante.

In ogni caso per oltre un mese ci fu un ininterrotto via vai di curiosi, quasi un pellegrinaggio che dette luogo a un vero torrente umano fuori stagione, con tutti i risvolti positivi sotto l’aspetto turistico. E che dire della pretesa di far pagare il pedaggio per la sosta delle auto? Fu un’iniziativa economica spontanea ma reale, magari un esempio di come possano mutare le dinamiche economiche anche con il mare d’inverno.

Altri articoli
Gli articoli più letti