"A scuola natural… mente": le iniziative dell'istituto Surico di Castellaneta

Attualità
visibility528 - martedì 08 ottobre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Alcune classi impegnate nella manifestazione
Alcune classi impegnate nella manifestazione "Puliamo il mondo" © Web

Tremate tremate le sentinelle ecologiche sono arrivate! - Alcuni giorni fa, muniti di guanti, pettorine, sacchi e cappelli, un vero esercito di baby operatori in giallo dai 5 agli 11 anni, accompagnati dai loro insegnanti, si sono dati appuntamento per dar vita a una serie di azioni di pulizia e cura delle aree verdi cittadine.

I primi a “scendere in… spiaggia” sono stati gli alunni della scuola De Amicis di Castellaneta Marina, i quali in occasione della giornata “Puliamo il mondo”, promossa da Legambiente su tutto il territorio nazionale, e con la collaborazione dell’assessore all’Ambiente Angelillo, sabato 28 settembre, come tanti Indiana Jones si sono avventurati tra le dune ripulendo ampi tratti del litorale e “conquistando” un ricco bottino di plastica, bottiglie e tanti mozziconi di sigaretta.

Il secondo appuntamento, sempre sulle spiagge della bella Castellaneta Marina, è avvenuto il 2 ottobre, nel giorno della Festa dei Nonni. Le insegnanti della Scuola dell’Infanzia Spineto Montecamplo hanno creduto nella possibilità di festeggiare in maniera insolita i nonni promuovendo un’attività di pulizia di alcuni tratti di spiaggia. Non è stato facile, ma numerosi nonni, armati di buona volontà, insieme ai loro amati nipotini , in una cornice festosa, hanno dato l’esempio di come sia ancora possibile preservare la Terra lasciando loro questa inestimabile eredità. L’ultimo appuntamento c’è stato lo scorso venerdì 4 ottobre quando gli alunni di Mater Christi, capitanati dalle insegnanti, hanno ripulito l’area esterna della scuola per trasformarla in un ambiente più bello e vivibile. Così come hanno fatto gli alunni del plesso Parco Valentino che, come tanti investigatori, hanno dato la caccia a una quantità insospettabile di rifiuti nel giardino e nell’area in prossimità della scuola.

E’ toccato anche agli alunni del plesso Iacobellis che, affiancati dalle classi prime della scuola Secondaria e con l’aiuto dei volontari di Legambiente, hanno compiuto una vera missione ambientale presso la “Villa dei 7 pozzi” raccogliendo tra i cespugli, negli angoli, lungo i bordi della strada i rifiuti abbandonati per incuria e scarso senso civico. A vestire di spiritualità la mattinata ci ha pensato frate Andrea che ha accolto gli alunni nel convento di San Francesco e attraverso uno scambio vivace ha regalato delle preziose riflessioni sulla figura del Santo: uomo della pace, del dialogo e protettore della natura.

Si è conclusa così la prima parte di una serie di iniziative legate alla tutela e alla salvaguardia del territorio che l’Istituto Comprensivo Surico e il suo dirigente Fabio Grimaldi intendono promuovere e sviluppare nel corso di questo anno scolastico dedicato all’ambiente .

Queste esperienze didattiche ed educative nascono per aiutare le future generazioni a comprendere l’importanza dei piccoli gesti che ciascuno può compiere per contribuire a migliorare la qualità del nostro territorio. La grande Maria Montessori diceva “La terra è dove sono le nostre radici. I bambini devono imparare a sentire e vivere in armonia con la terra”. Così è stato.